7 dicembre 2019
Aggiornato 19:30

Trump-Clinton saldamente in testa nei sondaggi

A sei giorni dai caucus dell'Iowa, che apriranno la corsa per le nomination in vista delle presidenziali statunitensi, Hillary Clinton e Donald Trump restano saldamente in testa alle preferenze degli elettori, secondo l'ultimo sondaggio di Nbc News/SurveyMonkey

NEW YORK - A sei giorni dai caucus dell'Iowa, che apriranno la corsa per le nomination in vista delle presidenziali statunitensi, Hillary Clinton e Donald Trump restano saldamente in testa alle preferenze degli elettori, secondo l'ultimo sondaggio di Nbc News/SurveyMonkey (con un margine di errore dell'1,3 per cento).

Trump
Trump gode del 39% delle intenzioni di voto (+1% rispetto al precedente sondaggio), con 22 punti di vantaggio sul senatore Ted Cruz, sceso dal 21 al 17 per cento; resta al 10% il senatore Marco Rubio. Il dato che emerge è che persino una buona parte degli evangelici, sempre molto vicini al 'conservatore sociale' Cruz, preferisce Trump, che ha guadagnato cinque punti, raggiungendo il 37%; Cruz, invece, è sceso di nove punti al 20 per cento. Il due per cento degli intervistati si è detto indeciso e il 39 per cento ha detto che potrebbe cambiare idea. Cruz è nettamente in testa tra i membri del Tea Party, tra gli evangelici e tra coloro che si definiscono «molto conservatori», mentre Trump è il preferito da quelli che si credono «in qualche modo conservatori» e «moderati». Il margine di errore del sondaggio è del 3,8 per cento.

Clinton
Tra i democratici, Clinton è scesa di un punto al 51%, mentre Sanders si è portato al 37% (+1%). Interessante notare che, tra i giovani, il senatore del Vermont ha invece un grosso vantaggio sulla rivale: il 68% tra i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 24 anni preferisce Sanders, contro il 21% a favore di Clinton.

(Con fonte Askanews)