15 novembre 2019
Aggiornato 22:00
Il candidato repubblicano lo vorrebbe illegale in tutti gli Usa

Usa 2016, Carson contro l'aborto: possibile solo perla salute della madre

L'ex neurochirurgo Ben Carson, tra i principali candidati alla nomination repubblicana per le prossime elezioni presidenziali statunitensi, vorrebbe rendere l'aborto nuovamente illegale in tutti gli Stati Uniti, con un'unica eccezione

NEW YORK - L'ex neurochirurgo Ben Carson, tra i principali candidati alla nomination repubblicana per le prossime elezioni presidenziali statunitensi, vorrebbe rendere l'aborto nuovamente illegale in tutti gli Stati Uniti, con un'unica eccezione.

Possibilista solo per motivi di salute
«Sono una persona ragionevole e se qualcuno viene da me con una spiegazione ragionevole del motivo per cui vorrebbe uccidere un bambino, lo ascolto» ha detto Carson, intervistato durante il programma 'Meet the Press' sulla Nbc. Il candidato repubblicano ha detto di essere contrario all'aborto anche in caso di stupro o incesto e di essere possibilista solo nel caso in cui fosse in pericolo la vita della madre. «Si tratta di una situazione straordinariamente rara, ma se dovesse succedere se ne potrebbe discutere» ha detto. L'aborto è legale negli Stati Uniti dalla sentenza della Corte Suprema sul caso 'Roe contro Wade' del 1973.

Polemiche
Pur essendo un candidato conosciuto per i suoi toni pacati, soprattutto rispetto ad alcuni avversari, diverse sue affermazioni hanno creato polemica negli ultimi mesi. Per esempio, ha detto che essere omosessuali è una scelta, perché le persone «vanno in prigione da eterosessuali e quando escono sono gay»; nello stesso programma della Nbc, aveva in passato dichiarato di non essere favorevole a un presidente musulmano; dopo la sparatoria in un college dell'Oregon e la morte di nove studenti (oltre all'assassino), ha attaccato le norme per il controllo delle armi, affermando che, se armati, gli ebrei avrebbero potuto fermare Adolf Hitler.

Sempre più popolare
La sua candidatura alla Casa Bianca è comunque sempre più apprezzata dagli elettori repubblicani: l'ultimo sondaggio di Des Moines Register/Bloomberg, pubblicato venerdì, mostra che Carson è in testa in Iowa, il primo Stato a votare tra tre mesi, con nove punti di vantaggio su Donald Trump; giovedì, da un sondaggio della Quinnipiac University emergeva un vantaggio invece di otto punti percentuali.

(Con fonte Askanews)