15 novembre 2019
Aggiornato 16:30
Presidenziali USA 2016

Trump: «Andrei d'accordo con Putin»

Il candidato repubblicano: «Il leader del Cremlino non ha alcun rispetto per Obama. Noi non andiamo d'accordo con la Cina, con i vertici del Messico, non andiamo d'accordo con nessuno»

NEW YORK - Donald Trump ha detto durante il secondo dibattito presidenziale repubblicano che, se eletto presidente, «andrebbe d'accordo» con il presidente russo Vladimir Putin. «Andrei d'accordo con Putin», ha affermato, in risposta ad una domanda su cosa fare in merito al supporto militare offerto da Mosca per il presidente siriano Bashar Assad, nemico degli Stati Uniti.

«Gli parlerei, andrei d'accordo con lui. Credo - e posso sbagliarmi, nel qual caso dovrei probabilmente prendere una strada diversa - che andrei andare d'accordo con un sacco di leader mondiali con i quali questo paese non va d'accordo» ha detto il magnate in testa ai sondaggi per la candidatura repubblicana ala Casa Bianca.

Trump ha aggiunto che a differenza del presidente Barack Obama, avrebbe il rispetto deo leader mondiali. Il leader del Cremlino a suo dire «non ha assolutamente alcun rispetto per il presidente Obama» ha detto. «Noi non andiamo d'accordo con la Cina, con i vertici del Messico, non andiamo d'accordo con nessuno», ha aggiunto. «Avremmo un mondo molto più stabile».

Quanto Trump all'avanzata dell'Isis in Siria la soluzione di Trump sarebbe di lasciare il regime di Assad combattere contro i jihadisti: «Lasciamoli combattere tra di loro e poi raccogliamo i resti». riporta il sito di The Hill.

(con fonte Askanews)