17 ottobre 2019
Aggiornato 07:00
Con folta capigliatura

Attentato Bangkok, mandato di cattura per straniero

Un tribunale tailandese ha emesso un mandato di cattura per uno straniero, di cui non si conosce il nome, per l'attentato a Bangkok di lunedì, in cui sono morte 20 persone

BANGKOK (askanews) - Un tribunale tailandese ha emesso un mandato di cattura per uno straniero, di cui non si conosce il nome, per l'attentato a Bangkok di lunedì, in cui sono morte 20 persone. Il mandato, spiccato dalla Corte penale di Bangkok Sud, punta a uno «straniero» di cui non si conosce il nome per complotto volto a commettere «omicidio premeditato», più altri capi d'accusa collegati alla bomba esplosa di fronte al santuario nel centro della città.

Identikit
La polizia tailandese ha diffuso oggi un dettagliato identikit del principale sospettato. L'uomo, piuttosto giovane e con una folta capigliatura bruna, portava occhiali da sole. Una videocamera di sorveglianza ha ripreso la figura del giovane mentre depositava uno zaino in mezzo alla folla.

Non può aver agito da solo
Il sospettato  «non può aver agito da solo» e faceva parte di una "rete». L'ha dichiarato alla stampa oggi il capo della polizia tailandese Somyot Poompanmuong. La polizia ha lanciato un appello ai testimoni e offre una ricompensa di un milione di baht (25.400 euro) per ogni informazione che permetta il suo arresto.