17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Zarif è arrivato nella capitale proveniente da Beirut

Siria, Assad pronto a collaborare con Teheran nella lotta al terrorismo

Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha incontrato il presidente siriano Bashar al Assad a Damasco e ha invitato tutti i Paesi della regione a combattere terrorismo e fondamentalismo

DAMASCO (askanews) - Il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha incontrato il presidente siriano Bashar al Assad a Damasco e ha invitato tutti i Paesi della regione a «combattere terrorismo e fondamentalismo»

Lotta al terrorismo
«Dico agli altri attori (regionali) e ai nostri vicini che ora è il momento di curarsi della verità, di rispondere alle aspirazioni del popolo siriano e di lavorare per combattere il terrorismo, il fondamentalismo e il settarismo», ha detto il capo della diplomazia di Teheran. Non ha fornito dettagli sulle discussioni con Assad per trovare una soluzione alla guerra di quattro anni in Siria, ma si è limitato a descrivere come «positivo» lo scambio di vedute. Un portavoce del ministero degli Esteri iraniano aveva spiegato che il nuovo piano di pace di Teheran era basato sul «rispetto per il legittimo diritto del popolo siriano alle riforme e a decidere il proprio futuro».

Pronti a collaborare
Zarif è arrivato a Damasco mercoledì, dopo colloqui mattutini a Beirut con le autorità locali, compreso l'omologo libanese Gebran Bassil. «Siamo pronti a collaborare, scambiare idee e lavorare insieme con queste nazioni per combattere estremismo, terrorismo e settarismo», ha detto Zarif in un punto stampa a Beirut, «Speriamo che la gente di questa regione e il popolo libanese traggano beneficio da questa cooperazione». Martedì sera Zarif aveva invece incontrato il primo ministro Tammam Salam e Hassan Nasrallah, leader del movimento sciita libanese Hezbollah. Iran, Hezbollah e la Russia sono stati i principali sostenitori del regime di Assad durante il conflitto in Siria.