20 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
Ricercati altri quattro sospetti

Turchia: raid coordinati, arrestati diversi membri Isis

Le autorità turche hanno arrestato almeno una decina di sospetti membri dello Stato Islamico, mentre nel Paese crescono i timori legati alla sicurezza per l'escalation di violenze

ISTANBUL (askanews) - Le autorità turche hanno arrestato almeno una decina di sospetti membri dello Stato Islamico, mentre nel Paese crescono i timori legati alla sicurezza per l'escalation di violenze.

Arrestati militanti
La polizia ha arrestato i militanti in una serie di raid coordinati all'alba nella capitale Ankara, a Istanbul, nella provincia di Hatay vicino alla frontiera siriana e nella provincia centrale di Kirikkale. Lo ha riportato l'agenzia di stampa ufficiale Anatolia. Gli agenti ricercano attivamente altri quattro sospetti. Le autorità ieri avevano annunciato l'arresto di 23 stranieri, compresi donne e bambini, che attraverso la città di frontiera sudorientale di Kilis cercavano di entrare in Siria per aderire all'Isis. I sospetti erano originari di Cina, Indonesia, Russia e Ucraina.

Offensiva su due fronti
Ankara ha lanciato un'offensiva su due fronti per bombardare i fondamentalisti dello Stato Islamico in Siria e i ribelli del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) nel nord dell'Iraq, dopo una serie di attentati in Turchia. L'operazione, finora, si è in larga parte concentrata sui militanti del Pkk. A innescare la spirale di violenza è stato l'omicidio di 32 attivisti filocurdi, in un bombardamento di cui sono sospettati i terroristi jihadisti dell'Isis. (fonte afp)