24 maggio 2022
Aggiornato 13:00
Dopo i 6 giorni più sanguinosi dall'inizio del conflitto

Iniziata la tregua umanitaria in Yemen

E' entrata in vigore alle 23 locali, le 22 di ieri in Italia, la tregua umanitaria nello Yemen, proposta dall'Arabia Saudita per consentire la distribuzione di aiuti alla popolazione gravemente colpita dalla guerra. «E' assolutamente cominciata», ha dichiarato un portavoce della coalizione guidata da Riad.

SAN'A (askanews) - E' entrata in vigore alle 23 locali, le 22 di ieri in Italia, la tregua umanitaria nello Yemen, proposta dall'Arabia Saudita per consentire la distribuzione di aiuti alla popolazione gravemente colpita dalla guerra. «E' assolutamente cominciata», ha dichiarato un portavoce della coalizione guidata da Riad.

Tregua dalle 22 di ieri
Poco dopo le 22 di ieri non si sono più uditi colpi d'arma da fuoco o bombardamenti ad Aden, Lahj e Abyane, mentre i ribelli sciiti Houthi hanno rischierato le loro milizie a Mareb, nei pressi di San'a, e a Dhaleh, per rafforzare le postazioni controllate in queste aree. Anche nella capitale la situazione è passata a un'apparente stato di calma, subito dopo l'entrata in vigore della tregua

182 morti nei giorni precedenti la tregua
Secondo l'Onu, almeno 182 civili sono morti in Yemen nei giorni immediatamente precedenti alla tregua, tra il 4 e il 10 maggio, «i sei giorni più sanguinosi dall'inizio dell'offensiva militare» lanciata il 26 marzo dalla coalizione araba a guida saudita. I civili uccisi dal 26 marzo scorso sono stati in tutto 828, i feriti 1.511.