7 dicembre 2019
Aggiornato 20:00
Chiesa Cattolica | Natale

Natale a Betlemme per migliaia di cristiani

Nella città cisgiordana, la città natale di Gesù bambino, il patriarca latino di Gerusalemme Fuad Twal guiderà una processione e celebrerà la messa di mezzanotte, dove è attesa la presenza del presidente palestinese Abu Mazen e altri dignitari

GERUSALEMME - In migliaia si apprestano a celebrare il Natale oggi a Betlemme, in un periodo dove i disordini in Medio Oriente minacciano di tenere i cristiani ancora più lontani dalla «culla» della loro fede.

Papa Francesco si appresta a celebrare la sua prima messa di Natale dopo la sua elezione a pontefice, mentre i cristiani delle antiche comunità in Siria sono in fuga per il dilagare della guerra civile e nelle Filippine si fatica per la ricostruzione dopo il devastante tifone che ha sventrato il Paese.

Nella città cisgiordana di Betlemme, la città natale di Gesù bambino, il patriarca latino di Gerusalemme Fuad Twal guiderà una processione e celebrerà la messa di mezzanotte, dove è attesa la presenza del presidente palestinese Abu Mazen e altri dignitari. Migliaia di turisti e pellegrini hanno superato la controversa barriera di separazione di Israele per raggiungere la città di Betlemme, imbiancata dalle neve. Un Babbo Natale gigante è stato allestito a piazza Manger, all'esterno della Chiesa della Natività, dove una grotta con delle candele contraddistingue il luogo dove i cristiani ritengono che la Vergine Maria abbia partorito Gesù.

Nel messaggio di Natale della scorsa settimana, Twal ha parlato degli orrori della guerra civile in corso da 33 mesi e della sofferenza dei palestinesi in Terra Santa, dove i negoziati di pace mediati dagli Stati Uniti rilanciati a luglio dopo uno stop di tre anni non hanno mostrato segni di progresso.