2 giugno 2020
Aggiornato 13:00
Datagate

La Casa Bianca si aspetta che Mosca collabori su estradizione Snowden

Accompagnato dall'assistente di Julian Assange, l'ex ufficiale della CIA Edward Snowden, in attesa del volo per L'Avana al terminal F dell'aeroporto moscovita «Sheremetyevo», vuole arrivare a Caracas, dopo aver chiesto asilo politico in Ecuador

WASHINGTON - La Casa Bianca ha fatto sapere di attendersi cooperazione dalla Russia per il rimpatrio di Edward Snowden, la talpa che ha rivelato i programmi di sorveglianza Usa, accusata di spionaggio.

ESTRADIZIONE - «Alla luce della nostra rafforzata cooperazione dopo gli attentati alla maratona di Boston e della nostra storia di collaborazione con la Russia sulle questioni legali per la sicurezza, compreso il rimpatrio di numerosi criminali su richiesta del governo russo, noi ci aspettiamo che le autorità di Mosca valutino tutte le opzioni possibili per estradare Snowden negli Stati Uniti, perchè risponda dei crimini che gli sono stati contestati», ha detto il portavoce per la Sicurezza Nazionale, Caitlin Hayden.

ASILO POLITICO IN ECUADOR - Accompagnato dall'assistente di Julian Assange, l'ex ufficiale della CIA Edward Snowden, in attesa del volo per L'Avana al terminal F dell'aeroporto moscovita «Sheremetyevo», vuole arrivare a Caracas, dopo aver chiesto asilo politico in Ecuador. Lo ha scritto su Twitter il Ministro degli Esteri ecuadoriano Ricardo Patiño. In un'intervista con il canale televisivo latino-americano «Telesur», ha chiarito che la richiesta verrà considerata nel più breve tempo possibile.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal