17 ottobre 2019
Aggiornato 07:30
Missione ISAF

Principe Harry: Ho ucciso Talebani in Afghanistan

Harry, che torna a Londra dopo 20 settimane passate come co-pilota sugli elicotteri Apache nella turbolenta regione di Helmand, ha partecipato a diverse operazioni di evacuazione di feriti

LONDRA - Il principe Harry ha ammesso di aver ucciso dei guerriglieri talebani durante la sua missione come 'Captain Wales' nell'esercito britannico in Afghanistan. Harry, che torna a Londra dopo 20 settimane passate come co-pilota sugli elicotteri Apache nella turbolenta regione di Helmand, ha partecipato a diverse operazioni di evacuazione di feriti.

Il ventottenne secondogenito del principe Carlo e Lady D ha commentato così la sua attività di responsabile dei sistemi d'arma su questi apparecchi e alla domanda se avesse ucciso guerriglieri ha risposto: «Sì, come tanti altri: nello squadrone, quando uscivamo, tutti hanno sparato una certa quantità di colpi(...) Prendi una vita per salvarne un'altra», ha detto, «se là fuori c'è gente che che cerca di farci del male, allora dobbiamo metterli fuori gioco (...) spariamo se serve...ma essenzialmente siamo più che altro un deterrente».

«E' una gioia per me perché sono uno di quelli che amano giocare con al PlayStation ed Xbox, quindi con i miei pollici mi piace pensare di essere abbastanza utile», ha aggiunto Harry, noto per il suo carattere guascone.

Il principe ha rilasciato interviste almeno tre volte durante la sua permanenza in Afghanistan, ma tutte sottoposte alla condizione di essere pubblicate solo dopo la fine della sua missione. Harry ha anche detto di «non vedere l'ora di diventare zio» quando il fratello William diventerà padre: a William, come diretto discendente al trono della Gran Bretagna è stato vietato andare in Afghanistan nonostante sia anch'egli parte della Royal Air Force: «Amerebbe essere qui - ha commentato Harry - e a essere onesti, non vedo perché non dovrebbe...nessuno sa chi c'è sull'elicottero. Sì, ti sparano, ma se i ragazzi che fanno questo stesso lavoro vengono attaccati e gli sparano, non credo ci sia niente di male se sparano anche a noi».

Infine, il principe ha ammesso di aver esagerato e «dato una delusione» a se stesso e la sua famiglia quando nel 2012 appena prima della sua partenza per l'Afghanistan furono diffuse foto che lo ritraevano mentre giocava nudo a biliardo in compagnia di altri ragazzi e ragazze durante una festa a Las Vegas, ma ha anche ribadito che era in una situazione privata e «dovrebbe esserci una certa quantità di privacy», ha detto, «è probabilmente il classico esempio di quando sono sono troppo cameratesco e troppo poco principesco».