15 novembre 2019
Aggiornato 15:30
Legge islamica

Maldive, 16enne frustata per sesso prima del matrimonio

La condanna può essere commutata in otto mesi di domiciliari. La sentenza è stata emessa nel rispetto della legge islamica (sharia), dopo che la famiglia della giovane ha denunciato i suoi rapporti sessuali con un uomo di 29 anni, condannato a 10 anni di prigione

MALE - Una corte delle Maldive ha ordinato la fustigazione pubblica di una 16enne che ha ammesso di aver avuto rapporti sessuali prima del matrimonio. La sentenza è stata emessa nel rispetto della legge islamica (sharia), dopo che la famiglia della giovane ha denunciato i suoi rapporti sessuali con un uomo di 29 anni, condannato a 10 anni di prigione.
Un funzionario della corte ha precisato che la ragazza può rifiutare le frustate; nel qual caso la condanna verrebbe commutata in otto mesi di arresti domiciliari. «Nella maggior parte dei casi, gli imputati accettano le frustate in segno di penitenza», ha aggiunto il funzionario.
Nei mesi scorsi, l'Alto commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, aveva invitato le Maldive a porre fine alle fustigazioni pubbliche delle donne che hanno rapporti fuori o prima del matrimonio.