19 gennaio 2020
Aggiornato 20:30
All'inizio del mese arrestate 137 persone per traffico di organi

Cina, ragazzo vende rene per un iPhone

Un chirurgo e altre quattro persone sono comparse oggi davanti alla corte nel centro della Cina con l'accusa di aver aiutato un ragazzo a vendere un rene per acquistare un iPhone e un iPad 2

PECHINO - Un chirurgo e altre quattro persone sono comparse oggi davanti alla corte nel centro della Cina con l'accusa di aver aiutato un ragazzo a vendere un rene per acquistare un iPhone e un iPad 2. Stando a quanto riportato oggi dal China Daily, Wang Shangkun, 18 anni, si trova oggi in gravi condizioni di salute dopo essersi sottoposto lo scorso anno a un espianto illegale.

TRAFFICO ILLEGALE DI ORGANI - I cinque imputati sono accusati di lesioni volontarie e traffico illegale di organi per aver rimosso e venduto il rene; se riconosciuti colpevoli rischiano dai tre ai 10 anni di carcere. Citando documenti giudiziari, il quotidiano ha precisato che Wang accettò di vendere un rene dopo aver contattato un'agenzia illegale on-line. La madre del ragazzo, Ou Linchun, ha smentito che l'intento del ragazzo fosse quello di acquistare iPhone e iPad: «Mio figlio è stato adescato dai trafficanti di organi e potrebbe aver avuto paura di farsi trovare con tanti soldi, per questo ha comprato un cellulare e un computer portatile».

VENDUTO PER 10.000 DOLLARI - Il rene è stato venduto per 150.000 yuan (23.600 dollari) e 10.000 dollari in contati, ma Wang avrebbe ricevuto solo 22.000 yuan, secondo il quotidiano. Secondo un altro giornale, Changsha Evening News, i legali di Wang hanno chiesto 2,77 milioni di yuan di risarcimento.

ARRESTATE 137 PERSONE DA INIZIO MESE - All'inizio del mese, la polizia cinese ha arrestato 137 persone, tra cui medici, sospettate di far parte di un'organizzazione dedita al traffico di organi.