28 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Messico

Gli Zetas decapitano narcos rivali

L'esecuzione è stata filmata e raccolta in un video, inviato al blog Mundonarco.com, e rappresenta l'ultimo atto di una sanguinosa guerra tra i cartelli che ha fatto oltre 60.000 morti dalla fine del 2006

CITTÀ DEL MESSICO - Cinque esponenti del Cartello del Golfo decapitati dagli Zetas, il potente gruppo criminale che contende a Sinaloa la supremazia del controllo della droga in Messico. L'esecuzione è stata filmata e raccolta in un video, inviato al blog Mundonarco.com, e rappresenta l'ultimo atto di una sanguinosa guerra tra i cartelli che ha fatto oltre 60.000 morti dalla fine del 2006.

Nel video, pubblicato nell'immediata vigilia delle elezioni presidenziali e legislative in Messico, si notano chiaramente gli Zetas con il machete in mano, pronti a tagliare la testa ai loro prigionieri. Il video risalirebbe a metà giugno.

Le immagini mostrano l'esecuzione di tre dei cinque prigionieri. E a uno di loro che chiede la grazia, il narcotrafficante che gira il video risponde: «Questa è la fine che si merita la gente come voi».