18 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Germania | Caso Wulff

Polemica sulla pensione Wulff, incasserà 199mila euro l'anno

Si è dimesso per ragioni «politiche» e non «personali», e quindi ha diritto alla pensione.

BERLINO - Anche dopo le dimissioni, Christian Wulff continua ad attirare l'attenzione dei media. Oggi il tabloid Bild punta nuovamente il dito contro l'ex presidente tedesco e la sua futura pensione.
Wulff infatti, dimessosi lo scorso 17 febbraio in seguito ad alcuni scandali, riceverà un vitalizio da 199mila euro l'anno. Gli emolumenti sono stati confermati dal Bundespresidiaelamt, l'ufficio della presidenza della Repubblica tedesca, che ha sostenuto che Wulff si è dimesso per «ragioni politiche» e non «personali», e quindi ha diritto alla pensione.

Bild gira il coltello nella piaga e ricorda, con tanto di video, come all'indomani della sua elezione Wulff avesse promesso una riforma per abolire questi privilegi: «Non potrà durare per l'eternità - aveva detto - che gli ex presidenti ricevano una pensione completa per tutta la vita».