20 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Germania | Politica

La crisi non sfiora il partito della Merkel, la CDU vola al 41%

Lo scandalo Wulff «aiuta» la Cancelliera. Chi perde terreno invece sono i Verdi (meno due punti), che scendono al 15%. Stabili gli altri partiti, sempre disastrosa la situazione della Fdp

BERLINO - Scandalo presidenziale e crisi del debito in Europa non intaccano la popolarità dell'Unione Cdu-Csu in Germania. Il partito di Angela Merkel (Cdu) vola dal 35 al 41% dei consensi, secondo l'ultimo sondaggio Politbarometer commissionato da Zdf e Tagesspiegel.
Secondo il ricercatore Matthias Jung, lo scandalo del presidente tedesco Wulff, nella bufera da metà dicembre per un prestito privato, «favorisce» la cancelliera.

Chi perde terreno invece sono i Verdi (meno due punti), che scendono al 15%. Stabili gli altri partiti, sempre disastrosa la situazione della Fdp, che non raggiungendo la soglia di sbarramento del 5% resterebbe fuori dal Parlamento.
Merkel, inoltre, guida la lista dei politici più amati, marcata stretta dai potenziali sfidanti Spd alla cancelleria nel 2013, Peer Steinbrueck e Frank Walter Steinmeier. In coda alla lista ci sono il presidente contestato Wulff e il segretario dei liberali Philipp Roesler. Due terzi degli intervistati ritengono il «Bundespraesident» non credibile.