7 dicembre 2019
Aggiornato 22:00

Murdoch al contrattacco: News of the World chiude

L'ultimo numero uscirà domenica, non ci sarà pubblicità

LONDRA - Clamorosa svolta nello scandalo News of the World, lo storico tabloid britannico di proprietà del magnate australo-americano Rupert Murdoch, finito nella bufera dopo essere stato accusato di aver pagato la polizia e di aver intercettato illegalmente i telefoni non solo di politici e celebrità, ma anche di una studentessa assassinata nel 2002, e dei familiari delle vittime degli attentati terroristici del 7 luglio 2005.

Ieri il tycoon, proprietario dell'impero mediatico globale News Corporation, aveva inizialmente preso le difese del tabloid, da lui acquisito nel 1969. Oggi però il figlio del magnate, James Murdoch, presidente della filiale britannica del gruppo, ha annunciato che il News of the World chiuderà e che il suo ultimo numero uscirà domenica. L'annuncio è stato pubblicato sul sito di Sky News, emittente anch'essa del gruppo Murdoch.

James Murdoch ha detto che sull'ultimo numero non ci saranno inserzioni pubblicitarie, e che tutti gli spazi pubblicitari saranno donati ad associazioni civili e di beneficenza. Secondo il Times, altro giornale del gruppo ma considerato 'di qualità', cinque giornalisti e diversi dirigenti del tabloid britannico News of the World potrebbero essere arrestati nei prossimi giorni.

Lo scandalo, che ha sconvolto l'opinione pubblica britannica, ha messo Murdoch sotto una pressione enorme: numerose aziende hanno annunciato di voler ritirare la pubblicità dal tabloid incriminato (fra queste Ford, Vauxhall, Halifax, Virgin, Mitsubishi e Renault), mentre il governo di Londra rinvierà al prossimo autunno la decisione sull'acquisto del pieno controllo della tv satellitare British Sky Broadcasting (BskyB) da parte di News Corporation.