5 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Nel peggiore degli scenari più impatto di Chernobyl

Il Ministro dell'Ecologia: un quadro peggiore è possibile

ROMA - Il portavoce del governo francese François Baroin ha dichiarato oggi che «nel peggiore degli scenari» l'emergenza nucleare in corso presso la centrale nucleare Fukushima-1, danneggiata dal devastante terremoto/tsunami di venerdì scorso, avrebbe «un impatto superiore a Chernobyl».

DIFFICOLTÀ DI RAFFREDDAMENTO - Interpellato sulle dichiarazioni del ministro dell'Ecologia Nathalie Kosciusko-Morizet, che aveva affermato all'uscita del Consiglio dei ministri che «lo scenario peggiore è possibile e anche probabile», Baroin ha risposto che il ministro ha «effettivamente parlato della situazione, della sua evoluzione da venerdì, delle difficoltà delle autorità giapponesi a ottenere un raffreddamento rapido dei diversi reattori».
Il portavoce ha comunque fatto notare che Kosciusko-Morizet non è un tecnico in materia e ha evocato lo scenario peggiore. «E nel peggiore degli scenari, evidentemente, l'impatto sarebbe peggiore di quello di Chernobyl», ha spiegato, facendo riferimento al peggiore incidente nucleare della storia, avvenuto nel 1986 in Ucraina. Quando gli è stato chiesto se il governo di Parigi ne sappia di più, Baroin ha detto: «Siamo alle stesso livello d'informazione degli altri governi, dei media e dei vettori d'opinione (che sono i giornalisti) e, di conseguenza, dell'opinione pubblica».