8 aprile 2020
Aggiornato 17:00
Iran

Sakineh, «Press Tv» trasmette la confessione-farsa

La donna alla tv pubblica iraniana dice di aver aiutato uomo a uccidere il marito

TEHERAN - E' andato in onda ieri sera il «docu-film» in cui Sakineh Mohammedi Ashtiani, condannata alla lapidazione per adulterio, confessa di aver aiutato un uomo a uccidere il marito. Trasmesso dalla tv pubblica iraniana in lingua inglese Press Tv, è l'ultimo atto di una campagna orchestrata dal regime di Teheran che ha provocato la rabbia e l'unanime condanna della comunità internazionale.
Si tratta, secondo gli esperti, di un apparente tentativo di Teheran di alleggerire le critiche degli occidentali sulla condanna per adulterio rafforzando al contempo l'altro capo di imputazione, quello secondo cui Sakineh sarebbe coinvolta nell'omicidio del marito.

L'Iran ha congelato la pena alla lapidazione ma potrebbe utilizzare la condanna per omicidio per giustificare l'esecuzione della donna di 43 anni, madre di due figli. Amnesty International ha criticato la trasmissione della confessione-farsa, che viola i parametri internazionali per un processo equo. Ieri si era diffusa la voce, rivelatasi poi infondata, della liberazione di Sakineh, del figlio e del legale.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal