31 marzo 2020
Aggiornato 05:00
Mobilitazione senza bandiere di partito

Manifestazione per Sakineh all'ambasciata iraniana

Bonelli: «Anche l'Italia deve far sentire forte la sua voce contro la violazione sistematica dei diritti umani»

ROMA - Roma si mobilita per salvare la vita a Sakineh, la donna iraniana di 43 anni condannata alla lapidazione per un supposto adulterio: oggi i Verdi hanno organizzato una manifestazione davanti all'ambasciata iraniana nella capitale, mentre gigantografie della donna saranno esposte sulla facciata di Palazzo Chigi, Campidoglio e Palazzo Valentini.

Dalle 16.30 in poi, i Verdi hanno organizzato una manifestazione «senza bandiere di partito» davanti all'ambasciata iraniana a Roma, in via Nomentana 363 per chiedere che la vita di Sakineh Mohammadi Ashtiani, la donna condannata a morte per lapidazione, sia salvata.
«Chiediamo a tutte le forze politiche e democratiche, alle associazioni e ai movimenti di partecipare al presidio di giovedì prossimo presso l'ambasciata iraniana a Roma per salvare Sakineh dalla lapidazione», è questo l'appello lanciato dal presidente nazionale dei verdi Angelo Bonelli, che aggiunge: «Anche l'Italia, come hanno già fatto diversi Paesi europei fra cui la Francia, deve far sentire forte la sua voce contro la violazione sistematica dei diritti umani perchè quello che accade in Iran è una vergogna internazionale».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal