11 luglio 2020
Aggiornato 21:30
Thailandia

Morto il generale delle «Camicie rosse» ferito giovedì

Seh Daeng era rimasto gravemente ferito alla testa da proiettile

BANGKOK - Il generale tailandese Seh Daeng, gravemente ferito alla testa giovedì mentre si trovava tra i manifestanti delle 'Camicie rosse' a Bangkok, è morto questa mattina: lo hanno annunciato fonti del servizio sanitario locale.
Il generale, 58 anni, il cui vero nome era Khattiya Sawasdipol, era stato colpito alla testa da un proiettile che, secondo i manifestanti, sarebbe stato sparato dall'esercito. I militari, fino ad oggi, hanno sempre smentito il loro coinvolgimento.
Seh Daeng era considerato uno dei leader più influenti dei manifestanti antigovernativi che chiedono le dimissioni dell'esecutivo e il ritorno alle urne.