24 novembre 2020
Aggiornato 19:00
Thailandia

Scontri a Bangkok, ucciso un manifestante

Guerriglia tra le «camicie rosse» e l'esercito: un morto. Tra i feriti anche leader del movimento antigovernativo, colpito alla testa da proiettile

BANGKOK - Un manifestante thailandese è morto e almeno altri due sono rimasti feriti nel corso di incidenti tra militanti fedeli all'ex premeir Thaksin Shinawatra e forze dell'ordine nel quartiere finanziario di Bangkok. Lo ha riferito un giornalista dell'Agenzia stampa France Presse sottolineando che gli scontri tra «camicie rosse» e forze dei sicurezza sono andati avanti per almeno due ore.

Un centinaio di manifestanti ha caricato l'esercito, che ha risposto con colpi d'arma da fuoco. Un uomo è stato raggiunto da un proiettile alla testa proprio a pochi passi da me», ha detto il giornalista dell'Afp aggiungendo che altri due sono rimasti feriti. Questa sera, lo stato d'emergenza che era stato disposto a Bangkok e dintorni è stato esteso ad altre quindici province della Thailandia, per facilitare il controllo delle «camicie rosse».