7 giugno 2020
Aggiornato 02:30
Eruzione in Islanda

Tornano le ceneri del vulcano, in Irlanda aerei a terra

Il blocco è valido solo per quelli partenza e in arrivo. Lo spazio aereo resta però aperto

DUBLINO - Cancellati oggi in Irlanda tutti i voli in partenza e in arrivo nel Paese, per il rinnovato rischio rappresentato dalla nuvola di cenere sprigionata dall'eruzione del vulcano in Islanda.

Il divieto di volo riguarda al momento un arco di tempo che va dalle 7 del mattino alle 13 (dalle 8 alle 14 in Italia). La decisione, ha spiegato l'autorità di controllo dell'aviazione civile in una nota, è stata presa per tutelare passeggeri ed equipaggi delle varie compagnie, perché la nube di cenere si sta spingendo verso sud sospinta dai venti provenienti da nordest. Il cambio di direzione dei venti e non un'accresciuta attività del vulcano ha determinato la decisione, spiega il servizio meteorologico irlandese.
Il divieto non riguarda lo spazio aereo nel suo complesso, visto che non ci saranno ripercussioni per i voli che sorvolano i cieli irlandesi provenienti dal Regno Unito e dall'Europa. A metà aprile la nube di ceneri sprigionata dal vulcano islandese sul ghiacciaio Eyafjallajokull mandò in tilt il traffico aereo europeo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal