23 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
Afghanistan

Karzai furioso per l'arresto di Baradar: stava negoziando

C'erano colloqui in corso tra Kabul e il numero 2 dei talebani

KABUL - Il governo afgano era impegnato in negoziati segreti con il numero due dei talebani, il mullah Baradar, quando è stato arrestato in un raid della Cia e dell'intelligence di Islamabad in Pakistan. Lo ha confermato un alto funzionario di Kabul, spiegando che la cattura di Baradar ha fatto infuriare il presidente afgano Hamid Karzai.
Un consigliere di Karzai ha spiegato che il capo dello Stato «si è molto arrabbiato» quando ha saputo che il mullah Baradar, secondo solo al mullah Omar nella linea di comando dei talebani, era stato catturato in Pakistan in un'operazione dell'intelligence locale alla quale hanno partecipato agenti della Cia.