6 giugno 2020
Aggiornato 17:00
Rasi al suolo tre villaggi

Terremoto in Turchia, almeno 41 morti e 60 feriti

La terra ha tremato anche nelle vicine province di Tunceli, Bingol e Diyarbakir

ANKARA - E' di 41 morti e 60 feriti l'ultimo bilancio provvisorio del forte sisma di magnitudo 6 che alle prime ore di questa mattina ha colpito la provincia orientale turca di Elazig, devastando almeno tre villaggi. Lo ha reso noto l'unità di crisi del governo di Ankara. Un precedente bilancio era di 38 morti.
Secondo il sindaco Bekir Yanilmaz della città di Kovancilar, le vittime vivevano tutte nei villaggi di Okcular, Yukari Kanatli e Kayali, dove il terremoto ha fatto crollare le case di fango e i minareti delle moschee. La prima scossa è stata registrata alle 4,32 locali (le 3,32 italiane)con epicentro nelle vicinanze del villaggio di Basyurt ed è stata seguita da una ventina scosse di assestamento, la più forte di magnitudo 4,1. La terra ha tremato anche nelle vicine province di Tunceli, Bingol e Diyarbakir.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal