7 dicembre 2019
Aggiornato 20:30

Nuovo successo dell'estrema destra in Olanda

Il Pvv di Wilders vince ad Almere ed è secondo a l'Aia

L'AIA - Il partito d'estrema destra Pvv del deputato olandese Geert Wilders ha ottenuto un nuovo trionfo elettorale arrivando in testa alle amministrative ad Almere, città di circa 190mila abitanti e secondo all'Aia, in un scrutinio-test a tre mesi dalle politiche anticipate.
I due principali partiti dell'ex coalizione governativa del Primo ministro Jan Peter Balkenende hanno invece fatto registrare una flessione rispetto alle amministrative del 2006.

Il Pvv, di cui uno dei cardini del suo programma è «la lotta contro l'islamizzazione dei Paesi Bassi», ha ottenuto il 21,6% dei voti ad Almere, la sola città insieme a l'Aia dove presentava dei candidati per la sua prima partecipazione a delle elezioni locali. In questa città-dormitorio di circa 190.000 abitanti, ad est di Amsterdam, il Pvv aveva conseguito il 27,14% dei suffragi alle elezioni europee del giugno 2009, distaccando di netto gli altri partiti: il partito laburista (PvdA) era arrivato secondo con solo il 12,74% dei voti.

Secondo un sondaggio realizzato ieri all'uscita dai seggi dall'istituto Synovate per la televisione pubblica e l'agenzia di stampa Anp, se ieri si fosse votato per le legislative, il Pvv sarebbe arrivato in terza posizione con 24 seggi contro gli attuali 9.

A livello nazionale, il PvdA dell'ex ministro delle Finanze Wouter Bos, largamente in testa nel 2006, perde più di 6 punti, attestandosi sul 16% dei suffragi, contro il 23,45%. Il partito cristiano-democratico (Cda) di Balkenende, principale formazione dell'ex coalizione, che aveva ottenuto il 16,83% dei voti alle amministrative del 2006, perde circa 2 punti.

Ciò che è possibile a l'Aia e Almere è possibile in tutto il Paese. E' un trampolino per la nostra vittoria», ha affermato da parte sua Wilders, 46 anni. Il partito di Wilders aveva ottenuto il 16,7% dei voti alle europee della primavera scorsa, arrivando secondo dietro il Cda di Balkenende e facendo il suo ingresso per la prima volta nell'emiciclo di Strasburgo. Conta 9 seggi sui 150 della camera bassa del Parlamento olandese.