22 ottobre 2019
Aggiornato 19:00
Mondo. Messico

Sei agenti decapitati dai narcotrafficanti di Durango

Trovati i cadaveri con le teste mozzate fuori da una Chiesa

CITTÀ DEL MESSICO - Sei agenti di polizia messicani sono stati decapitati da alcuni esponenti di un cartello della droga locale all'esterno di una chiesa nello stato di Durango, nel nord del Messico. L'esecuzione, secondo quanto si legge sulla Bbc, sarebbe avvenuta per rappresaglia alle operazioni condotte dalla polizia contro il cartello del Golfo, che hanno portato alla morte di 10 narcotrafficanti la scorsa settimana.
Il presidente Felipe Calderon negli ultimi mesi ha deciso di incrementare la presenza della polizia nelle città messicane nel tentativo di contrastare le attività dei potenti cartelli locali del narcotraffico.