16 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Dopo i due attentati suicidi di ieri all'Università islamica di Islamabad

In Pakistan dopo attentato chiuse le scuole fino a lunedì

Si temono nuovi attentati terroristici secondo quanto ha detto all'Afp il portavoce del ministero dell'Educazione, Atiqur Rehman

ISLAMABAD - Scuole chiuse almeno fino a lunedì in tutto il Pakistan per paura di nuovi attacchi terrostici, dopo i due attentati suicidi di ieri all'Università islamica di Islamabad. «Abbiamo deciso di chiudere gli istituti dipendenti dal governo federale a causa delle minacce giunte negli ultimi giorni», ha detto all'Afp il portavoce del ministero dell'Educazione, Atiqur Rehman.

«I quattro governi provinciali hanno preso la stessa decisione. Quasi tutte le scuole del Paese sono rimaste chiuse. Valuteremo la situazione e speriamo in una riapertura il prossimo lunedì», ha aggiunto. Il ministero dell'Interno ha detto anche si stanno studiando dei provvedimenti da adottare per garantire la sicurezza nelle scuole sul lungo periodo.

Negli attentati all'Università islamica sono morte cinque persone, oltre ai due kamikaze. In totale nelle ultime due settimane gli estremisti islamici hanno messo a segno sette attacchi, facendo 185 morti.

In risposta a questa ondata di violenze l'esercito pachistano ha lanciato cinque giorni fa l'annunciata offensiva di terra contro i talebani del Waziristan del Sud, regione tribale al confine con l'Afghanistan. In queste ore sono in corso violenti scontri tra soldati e gli insorti a Kotkai, città importante dal punto di vista simbolico poiché vi risiedeva il leader dei talebani pachistani, Hakimullah Mehsud.