19 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
A rivelarlo è un sondaggio della Quinnipiac

Consenso verso Obama cala per prima volta al 50%

Gli americani preoccupati per economia e sanità. Cnn lo dà al 56%

NEW YORK - Per la prima volta dall'insediamento alla Casa Bianca «appena» la metà degli americani approva il lavoro di Barack Obama. A rivelarlo è un sondaggio della Quinnipiac che mostra un crollo di 7 punti percentuali in poco più di un mese. La caduta nei consensi attorno al programma di governo sarebbe dovuta, secondo gli analisti, ai timori per il varo dell'attesissima riforma sanitaria, che in molti vedono come un macigno sulle tasse delle famiglie americane. Secondo la rilevazione, a fronte del 50% dei consensi, sono saliti al 42% del campione i cittadini che disapprovano completamente il lavoro della Casa Bianca.

IN CALO RISPETTO A GIUGNO - I numeri dei sondaggi discordano da settimane e molte rilevazioni danno il presidente qualche punto più in alto ma tutte le analisi mostrano un calo rispetto al mese di giugno. Anche Cnn, secondo la quale Obama avrebbe dalla sua il 56% degli americani, registra una picchiata di 7 punti rispetto a due mesi prima.

PESA LA SITUAZIONE ECONOMICA - A pesare sull'approvazione del lavoro compiuto finora sarebbe in generale la situazione economica, ancora lontana da una completa ripresa dalla recessione. Il sostegno al programma economico dell'amministrazione è calato, sempre secondo Quinnipiac, dal 49 al 45 per cento. Obama sembra invece cavarsela meglio, agli occhi dei cittadini, in politica estera dove può contare sull'approvazione del 52% degli intervistati.

Numeri che confermano la corsa contro il tempo del presidente che vuole sfruttare nelle prossime settimane il consenso verso l'amministrazione per imporre al Congresso le riforme su cui gli stessi democratici sono divisi da anni, come quelle su sanità e ambiente.