25 febbraio 2020
Aggiornato 14:00

Nuova influenza: video choc sul massacro di maiali in Egitto

Ammassati come sacchi di sabbia e uccisi con sostanze chimiche

IL CAIRO - Nonostante le autorità sanitarie internazionali abbiano stabilito che sia inutile, in Egitto continua il massacro di maiali come misura preventiva nei confronti della nuova influenza. Lo testimonia un video choc realizzato dal quotidiano indipendente Al-Masri Al-Yom e diffuso su YouTube dove è già stato visto da circa 25mila internauti suscitando indignazione e sconcerto.

Il filmato mostra i poveri animali mentre vengono ammassati a suon di botte e sprangate su camion come fossero sacchi di sabbia piuttosto che esseri vivi. Qui vengono versate loro addosso sostanze chimiche che li uccidono nel giro di 30-40 minuti, quindi quindi sotterrati in fosse. Un modo di uccidere gli animali che va contro anche la legge del Corano. Le autorità sostengono di uccidere i maiali sgozzandoli ma nel video non appare alcuna traccia di sangue. Benché in Egitto non sia stato confermato alcun contagio da virus H1N1, il governo ha ordinato l'abbattimento di 250mila capi. Questa misura ha, come unico effetto, quello di danneggiare la minoranza cristiana copta, dal momento che i musulmani non mangiano carne suina.

Intellettuali arabi, cristiani e musulmani, hanno accusato il regime di Hosni Mubarak di aver architettato questa misura con l'opposizione islamica dei Fratelli musulmani che hanno fatto campagna contro l'allevamento di maiali in «terra d'Islam».