23 febbraio 2020
Aggiornato 21:00

Febbre suina: Oms innalza livello allarme pandemia a 4

Dopo aver verificato trasmissibilità diretta fra esseri umani

Città del Messico - L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di innalzare al quarto dei sei livelli l'allerta per il rischio di pandemia, dopo avere verificato che il virus mutante della febbre suina A/H1N1 si trasmette direttamente fra esseri umani: lo hanno reso noto fonti della Sanità messicana. Dal livello tre, non indica che una pandemia sia inevitabile.

La fase quattro certifica la trasmissione umana diretta in almeno un Paese e segnala un aumento del rischio di un'epidemia globale, ma non indica che una pandemia sia inevitabile.

Fino ad ora il rischio era stato classificato come fase tre, ovvero trasmissione umana assente o molto limitata; nella fase cinque i focolai epidemici sono in aumento, ma ancora localizzabili. La fase sei è invece caratterizzata da trasmissione diffusa e prolungata del nuovo sottotipo di virus influenzale, in questo caso ormai classificato come pandemico.

L'Oms ha confermato casi di febbre suina in Messico - unico Paese dove si sono registrati decessi - Stati Uniti, Canada e Spagna; altri due casi accertati riguardano la Scozia.