20 agosto 2019
Aggiornato 19:00
Accordo con Rosseti per digitalizzare rete

Enel, Starace: in Russia grande potenziale nelle rinnovabili

Al Forum economico di San Pietroburgo, l'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace ha dichiarato che Russia ha un potenziale straordinario nelle rinnovabili tutto sul quale l'azienda vuole investire

SAN PIETROBURGO - La Russia ha un potenziale straordinario nelle rinnovabili tutto da sviluppare sul quale ENEL ha deciso di investire partecipando alle prime gare per progetti di produzione di energia verde. Lo ha spiegato dal Forum economico di San Pietroburgo l'amministratore delegato, Francesco Starace, presente ai lavori dello Spief dove il gruppo italiano firma anche un accordo con la società di distribuzione e trasmissione russa, Rosseti, per la digitalizzazione della rete di una città di medie dimensioni. Un primo passo che potrebbe portare a ulteriori sviluppi.

«La Russia - ha spiegato ad Askanews - ha un potenziale nelle rinnovabili veramente straordinario che finora non è stato utilizzato. Questa modalità di gare che la Russia ha cominciato a implementare da qualche tempo è stata modificata permettendoci di partecipare con qualche possibilità di successo e quindi parteciperemo. E' una modalità competitiva, come in tante altre parti del mondo si osserva ormai da qualche tempo. Pensiamo di avere buoni progetti e quindi parteciperemo. Stiamo partecipando in questi giorni giorni. Questa è una gara eolica». "Rosseti - ha poi aggiunto - è la società di distribuzione e di trasmissione russa. L'accordo che firmiamo questo pomeriggio riguarda un ambizioso progetto di digitalizzazione della rete di una città di medie dimensioni, di modo tale che si possa osservare insieme, Rosseti e noi, i benefici che un sistema digitalizzato porta in termini di efficienza, di servizi aggiuntivi e riduzione dei costi alla distribuzione elettrica russa». "Se insieme valuteremo che è un'esperienza positiva, e noi ne siamo sicuri - ha concluso l'ad - vista l'esperienza che abbiamo, si avrà uno sviluppo della rete russa in direzione della digitalizzazione al quale pensiamo di partecipare».