7 giugno 2020
Aggiornato 03:00
dal fallimento all'esempio virtuoso

Lazio, Padoan: «Siamo orgogliosi dei risultati della Regione»

Il governatore Zingaretti ha sottolineato: "3 anni fa eravamo un problema, ora non lo siamo più"

ROMA - «Bisogna cambiare le regole e significa che vanno scritte e riscritte e approvate, ma poi bisogna implementarle e tradurle in azione e qui è il vostro ruolo quotidiano fondamentale per produrre risultati. Si cambiano le procedure, cambiano gli incentivi del settore privato e pubblico a lavorare in un certo modo, cambiano quindi i comportamenti e di conseguenza cambiano i risultati e possiamo misurarli e possiamo essere orgogliosi e dovete essere orgogliosi di questi risultati». Sono le parole del ministro dell'economia, Pier Carlo Padoan, nel corso del workshop sulle buone pratiche di finanza pubblica della Regione Lazio, e fotograno quanto fatto in questi mesi dalla regione per risanare i conti e avviare un percorso di risanamento.

Zingaretti: 3 anni fa il Lazio stava quasi per fallire
Un incontro che ha consentito di fare il punto su quanto avvenuto negli ultimi mesi sul fronte dei conti regionali del Lazio, un resoconto dettagliato dal presidente Nicola Zingaretti e dall'assessore al Bilancio Alessandra Sartore. «Tre anni fa - ha ricordato il governatore - il Lazio era sostanzialmente fallito, era un problema per l'Italia. Per qualcuno - scrive Zingaretti sul suo profilo Facebook - era una missione impossibile, ma non ci siamo persi d'animo. Abbiamo tagliato sprechi e privilegi e cancellato centinaia di poltrone per investire sui servizi. I dati ci dicono che le cose vanno un po' meglio per tutti: il Lazio è primo in Italia per prodotto interno lordo, per i consumi delle famiglie E l'occupazione. Un lavoro di cui siamo soddisfatti e che va avanti insieme».

Padoan: Un mostro che iniziamo a domare
Un lavoro apprezzato dal ministro Padoan che dopo aver posto l'attenzione sul debito pubblico «un mostro che iniziamo a domare» e gli sforzi che l'Italia sta facendo ha analizzato i pilastri della politica di finanza pubblica ricordando quanto si sta facendo sul fronte della riduzione delle imposte, della spesa e degli investimenti. E poi il ruolo degli enti e, in particolare, di quanto fatto dalla regione Lazio in questi mesi con un particolare ringraziamento «ai dirigenti della regione e del Mef».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal