28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
calano gli interessi sul debito

Regione Lazio, nel triennio 2016-2019 oltre 480 mln di euro risparmiati

L'operazione rientra in un percorso avviato dalla Regione Lazio che ha già provveduto a rinegoziare i quattro prestiti concessi da Cassa Depositi e Prestiti

ROMA - Il Lazio è la seconda Regione, tra quelle individuate dal Mef, per il buy back di bond regionali raggiungendo l'obiettivo dell'80,19% dei titoli riacquistati. Per effetto della ristrutturazione solo di questo debito, calano gli interessi, dal 5,7% al 2,26%, con un risparmio di 45,8 milioni l'anno. 

La regione Lazio ha rinegoziato i suoi 4 prestiti
L'operazione rientra in un percorso avviato dalla Regione Lazio che ha già provveduto a rinegoziare i quattro prestiti concessi da Cassa Depositi e Prestiti, con risparmi di 21,4 milioni di euro su base annua, i mutui con il MEF, ottenendo condizioni finanziarie maggiormente favorevoli con un beneficio per il bilancio regionale pari a 90,5 milioni di euro e mutui concessi agli enti locali da CdP e assistiti integralmente da contribuzione regionale, con benefici per 2 mln di euro su base annua.

Nel triennio 2016-2018 risparmi per oltre 480 mln
Alla ristrutturazione del debito regionale si aggiunge una riduzione del 67,6% del portafoglio derivati con incassi per la Regione pari a 73,4 mln di euro dalle controparti bancarie. «Più di un anno fa abbiamo intrapreso la strada della ristrutturazione del debito della Regione, un'operazione complessa che produrrà complessivamente risparmi nel triennio 2016-2018 per oltre 480 milioni e, a regime dal 2019, per oltre 160 milioni di euro» ha spiegato il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti.   

Zingaretti: un altro successo
«Il recente riacquisto dei bond regionali è un altro importante step di questo percorso - ha proseguito il governatore - a cui si aggiunge la riduzione dei derivati con un calo drastico di quasi il 68%. Fino ad oggi, una gran parte delle risorse del bilancio vengono utilizzate per pagare gli oneri finanziari. Stiamo cercando in ogni modo di liberare nuovi spazi per il risanamento della spesa e la riduzione fiscale proseguendo lo sforzo per concretizzare gli impegni presi con i cittadini del Lazio. Si conclude così un processo di ristrutturazione del debito avviato in ottemperanza a un ordine del giorno sottoscritto da me e dal consigliere Storace nei primi mesi della legislatura», ha concluso Zingaretti. (Fonte Askanews)