17 novembre 2019
Aggiornato 19:00
Tutte le iniziative proposte

Acea: 450mila euro per 55 progetti sociali a Roma

Sono 55 i progetti vincitori del Bando «Acea per Roma», la campagna di ascolto lanciata dalla società lo scorso febbraio, presentati oggi dalla presidente della multiutility Catia Tomasetti

ROMA - Iniziative di bookcrossing, aree verdi e ludiche per diversamente abili, attività per centri anziani, scuole e biblioteche, orti sociali, progetti di riqualificazione urbana realizzati da street artist. Sono alcuni dei 55 progetti vincitori del Bando «Acea per Roma», la campagna di ascolto lanciata dalla società lo scorso febbraio, presentati oggi dalla presidente della multiutility Catia Tomasetti.

800 progetti presentati
Sono stati circa 800 i progetti presentati, di cui quasi il 75% provenienti dai quartieri periferici. Da Onlus e Ong sono arrivate 604 proposte mentre sono 174 quelle pervenute da singoli cittadini. Negli oltre 60 giorni messi a disposizione per la presentazione del bando, la piattaforma online appositamente predisposta è stata visitata da oltre 15.000 navigatori.

55 progetti selezionati
Al termine della valutazione di un'apposita commissione interna, sono stati selezionati 55 progetti, equamente distribuiti su tutto il territorio, con una media di circa 4 progetti vincitori per Municipio. Le 43 associazioni e i 12 cittadini vincitori potranno presto vedere realizzato il proprio progetto, ricevendo direttamente le risorse necessarie, o attraverso l'intervento di Acea. Lo stanziamento complessivo è di 450mila euro, per un importo massimo di 30mila euro a Municipio. In alcuni casi, spiega Acea, i lavori sono già partiti: è il caso, ad esempio, di parchi pubblici e spazi verdi situati nella zona di Settebagni, viale Adriatico e Piazzale Ostiense, che stanno diventando parchi gioco inclusivi per bambini diversamente abili.

Le iniziative proposte
Da metà novembre partiranno, in tutta Roma, progetti dedicati a riallestire biblioteche (quartiere Nomentano), a realizzare orti urbani (quartiere Salario), al bookcrossing (quartiere Prenestino), a laboratori sociali (zona Torre Maura), al trasporto di persone anziane o a corsi di vela per bambini autistici (Ostia), ad attività socio educative per contrastare il bullismo, a corsi per la defibrillazione (quartiere Torrino), alla street art (zona Massimina), a corsi di vela e a molteplici altre iniziative.

Una novità assoluta
«Questo progetto è stata una novità assoluta per la nostra azienda» ha sottolineato la presidente di Acea Catia Tomasetti «abbiamo voluto dare un segnale forte di vicinanza alla nostra comunità di riferimento, quella dei cittadini romani e siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a stimolare e far emergere progettualità, idee, iniziative per il bene comune». «Questa esperienza - ha continuato - dimostra che sono davvero tante le persone e le realtà associative che hanno voglia di mettersi in gioco per migliorare il territorio in cui vivono e offrire un servizio o un supporto agli altri. E' una forma di spirito civico che ci fa capire quanto siano diffuse e radicate le forze positive su cui questa città può contare. Noi, come società di servizio pubblico, continueremo a fare la nostra parte. Per questo lavoreremo per avere i fondi e replicare il bando anche il prossimo anno».


(con fonte Askanews)