19 luglio 2024
Aggiornato 23:30
L'annuncio della società

ERG Renew acquista 17 parchi eolici in Francia e Germania

Il valore dell'acquisizione è di circa 297 milioni di euro in termini di enterprise value, pari ad un multiplo di circa 1,4 milioni di euro per MW. I parchi sono già interamente finanziati tramite project financing limited recourse. Nel 2016 il Margine Operativo Lordo atteso sarà di circa 30 milioni di Euro.

ROMA - ERG Renew ha sottoscritto un accordo per l'acquisizione da un fondo gestito da Impax Asset Management Group di undici parchi eolici in Francia, con una capacità installata di 124 MW, e di sei in Germania, con una capacità installata di 82 MW, per complessivi 206 MW.

Lo annuncia la società precisando che i parchi eolici, entrati in esercizio tra il 2009 e il 2014 in Francia e fra il 2004 e il 2014 in Germania, presentano una produzione annua media attesa di circa 410 GWh. Nel perimetro dell'operazione sono incluse anche due società, una di diritto francese e una di diritto tedesco, che forniscono assistenza tecnica, operativa e commerciale, attraverso un team composto da ventotto professionisti, ad operatori eolici in Francia, Germania e Polonia, sia «captive» che terzi, per un totale di circa 800 MW (di cui 206 MW oggetto dell'acquisizione e altri 83 MW di proprietà di ERG Renew in Germania).

Il valore dell'acquisizione è di circa 297 milioni di euro in termini di enterprise value, pari ad un multiplo di circa 1,4 milioni di euro per MW. I parchi sono già interamente finanziati tramite project financing limited recourse. Nel 2016 il Margine Operativo Lordo atteso sarà di circa 30 milioni di Euro.
Il closing è previsto entro la fine di quest'anno e il corrispettivo complessivo per l'equity, da riconoscere in tale data, è di 128 milioni di euro.

Luca Bettonte, Amministratore Delegato di ERG, ha commentato: «questa operazione rappresenta un passo fondamentale nella strategia di sviluppo internazionale di ERG Renew che, considerando anche i 40 MW in costruzione in Polonia, raggiungerà, entro fine anno, 629 MW di installato all'estero, pari al 37% dei 1,7 GW totali installati. L'operazione, che consente al Gruppo di divenire il nono operatore eolico onshore in Francia e l'ottavo in Europa, è avvenuta in due Paesi che considerano le rinnovabili essenziali per la loro politica energetica e che riteniamo quindi fondamentali per la nostra crescita futura. L'acquisizione, infine, di due società specializzate in attività di gestione operativa permetterà di internalizzare progressivamente le attività di gestione di tutti i nostri parchi eolici, potendo così raggiungere sia importanti sinergie che sviluppare la nostra presenza come operatore industriale nei due Paesi».