19 luglio 2024
Aggiornato 22:30
stanziato un milione di euro per il giubileo

Roma, la Camera di commercio presenta il piano pluriennale 2016-2020

Al centro legalità, digitale, turismo e grandi eventi

ROMA - Economia digitale, internazionalizzazione, collaborazione istituzionale, legalità, turismo e grandi eventi. Sono le principali direttrici del programma pluriennale 2016-2020 presentato dalla Camera di Commercio di Roma con l'obiettivo di accrescere la competitività del tessuto economico della Capitale composto da poco meno di 550mila realtà produttive.

Un programma per far rinascere il territorio
Il programma, presentato dal presidente Lorenzo Tagliavanti insieme a tutta la giunta camerale, si articola su cinque punti che partono dal mettere la comunità economica della città al centro della rinascita del territorio. Il programma prosegue puntando sull'economia digitale per cogliere «la straordinaria opportunità offerta dalle nuove tecnologie per ripensare le proprie modalità di produzione e riscoprirsi più efficiente e competitivo. L'economia o è digitale o non è - ha spiegato Tagliavanti - oggi anche per le piccole attività. E' un elemento fondamentale per la modernizzazione del sistema economico romano che spesso è in affanno nell'economia globalizzata e attrae pochi investimenti».

Internazionalizzazione e valorizzazione
Terzo punto del programma è l'internazionalizzazione, sfruttando la capacità del tessuto produttivo romano offrire prodotti di nicchia e di elevata qualità. E anche, come ha spiegato il Presidente della Camera di commercio di Roma, «una ricaduta della crisi che ha spinto per la prima volta centinaia di piccole imprese a decidere di portare i loro prodotti in giro per il mondo.» Il programma punta poi al turismo, la cui promozione è «una scelta obbligata per la città» perchè investe trasversalmente molti settori dell'economia cittadina. Secondo la Camera di Commercio di Roma pero' «un pieno rilancio del turismo passa, necessariamente, da una valorizzazione del territorio secondo un'ottica di promozione integrata che non può però prescindere da alcuni aspetti essenziali, quali il decoro urbano».

1 milione di euro per il Giubileo
Ultimo punto programmatico la collaborazione istituzionale per «creare le migliori condizioni per la competitività economica della città». Al fianco di questi cinque punti ci sono delle specifiche aree di interesse che la Camera di Commercio intende perseguire, prima fra tutte la tutela della legalità nella comunità economica. In questo senso, ha annunciato Tagliavanti, sarà firmato un protocollo d'intesa con la prefettura di Roma che affiancherà l'impegno sul registro delle imprese che «è uno dei principali strumenti per contrastare i fenomeni di infiltrazione criminale nel tessuto economico e per prevenire i pericoli di contagio del tessuto economico sano». Proseguirà poi l'impegno per il finanziamento delle imprese. «L'accesso al credito rimane uno dei temi critici - ha sottolineato Tagliavanti - e la Camera di Commercio tradizionalmente garantisce il suo sostegno attraverso i consorzi di garanzia fidi per consentire l'accesso al credito alle piccole imprese. E su questo intendiamo continuare». Previsto infine anche un impegno particolare sui grandi eventi come il Giubileo e sulla promozione di Roma come sede olimpica. Per il Giubileo la Giunta camerale prevede di stanziale con l'assestamento di bilancio 1 milione di euro che andrà per metà a finanziare iniziative congiunte con altre istituzioni e per metà per le le attività commerciali che vorrano essere punti informativi e di assistenza per i pellegrini. (Fonte Askanews)