5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Ad appena 32 km da Parigi un luogo in cui uomo e natura si fondono

Villages Nature, la soluzione 100% green per andare in vacanza

Espressione di una nuova generazione di progetti turistici, è stato progettato e sarà gestito applicando le norme più avanzate dello sviluppo sostenibile, utilizzando esclusivamente energia rinnovabile locale, soprattutto geotermico

PARIGI - La chiamano una "nuova generazione di progetti turistici" perché si basa sulla stretta simbiosi tra uomo e natura, dove al centro ci stanno entrambi. Contemporaneamente. Riduzione massima dell'impronta ecologica, comfort e design da un lato; uso esclusivo di rinnovabili locali ed efficienza energetica dall'altro. Sorge a due passi da Parigi, ad appena 32 km, Villages Nature, la nuova destinazione ecoturistica per soggiorni di breve e media durata, ideata dai Gruppi Euro Disney e Pierre & Vacances-Center Parcs: un modo nuovo di andare in vacanza. 100% green, in prossimità di Disneyland® Paris, costruita sui comuni di Villeneuve-le-Comte, Bailly-Romainvilliers e Serris, nel quadro naturale eccezionale dei massicci forestali della Brie Boisée, in una posizione strategica in Europa. Sviluppato su 259 ettari, Villages Nature presenta tanti spazi diversi che accolgono forme originali per ricrearsi e rilassarsi: l’Aqualagon, la Passeggiata del Lago, I Giardini Straordinari, la Fattoria interattiva e molto altro ancora.

LA GEOTERMIA DEL DOGGER - Villages Nature è stata progettata e sarà gestita applicando le norme più avanzate dello sviluppo sostenibile, utilizzando esclusivamente energia rinnovabile locale, in particolare la geotermia profonda del Dogger dell’Île-de-France, che coprirà l’intero fabbisogno termico del sito. Un’innovazione nel settore del turismo, dove non esistono ancora strutture di questa grandezza che soddisfano le esigenze di riscaldamento utilizzando energia geotermica.

RISPARMIATE 9MILA TONNELLATE DI CO2 OGNI ANNO - L’energia geotermica è stata valutata come la soluzione più adatta alle sfide termiche di questa meta turistica. La geotermia coprirà infatti i bisogni di riscaldamento e acqua calda di tutti gli edifici. Non solo. Infatti sarà utilizzata anche per mantenere per tutto l’anno una temperatura superiore a 30°C in tutta l’Aqualagon, che comprende sia il parco acquatico coperto di 9mila m² sia le lagune esterne di 2500 m² adiacenti al lago (questo non riscaldato), offrendo ai visitatori un’esperienza di balneazione davvero unica in Europa. Un progetto di turismo sostenibile innovativo, che consentirà di risparmiare l’emissione di 9mila tonnellate di CO2 ogni anno. Questa strategia energetica, associata alla volontà di coprire i bisogni elettrici di Villages Nature (illuminazione e funzionamento delle attrezzature) con fonti di energia rinnovabili quali la biomassa, permette a tutte le emissioni legate alla struttura di avvicinarsi al livello di zero emissioni. Per questo il progetto è stato scelto già nel 2013 dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) all’interno del "Global Partnership for Sustainable Tourism", un'iniziativa mondiale che punta a rendere il turismo mondiale ecologicamente sostenibile.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal