13 luglio 2020
Aggiornato 23:00
Natale 2013

Meno regali sotto l'albero

Lo afferma la Coldiretti sulla base di un'indagine Deloitte. In ogni famiglia «sono stati scartati in media quasi 5 regali per un valore di circa 36 euro ciascuno». Rispetto al 2012 «il valore dei regali offerti è sceso complessivamente di 205 milioni, ma c'è anche una tendenza all'acquisto di regali utili»

ROMA - A Natale le famiglie italiane hanno scartato regali per un valore di 4,1 miliardi di euro, con un calo del 5% rispetto all'anno scorso. Lo afferma la Coldiretti sulla base di un'indagine Deloitte. In ogni famiglia «sono stati scartati in media quasi 5 regali per un valore di circa 36 euro ciascuno». Rispetto al 2012 «il valore dei regali offerti è sceso complessivamente di 205 milioni, ma c'è anche una tendenza all'acquisto di regali utili».

TAGLIATI PARENTI E AMICI - «Circa la metà degli italiani (47%) - sostiene l'organizzazione agricola - ha speso per i regali come l'anno scorso, mentre il 20% ha tagliato la spesa di un quarto, il 13% l'ha dimezzata e il 9% ridotta a meno della metà. Ma c'è anche un 10% che ha speso di più (indagine Coldiretti-Ixè)».
«Il 54% degli italiani - spiega la Coldiretti - avrebbe voluto trovare sotto l'albero qualcosa che serve ma di cui rimandato l'acquisto, il 20% un regalo utile che non ha mai pensato di acquistare e solo il 17% un regalo sfizioso che non si può permettere». Il risultato è che ci sono «significativi cali nei regali per abiti, tecnologie e divertimento. Resistono di più le spese nel settore alimentare per pranzi e cene natalizi». E i tagli «hanno riguardato soprattutto parenti e amici, meno i regali destinati a se stessi, al partner e ai bambini».