14 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Nuovo Direttore

Consorzio Vini Alto Adige, arriva Hannes Waldmüller

Subentra ad Helmuth Zanotti, che dopo quattro anni e mezzo è tornato nelle file di EOS (Organizzazione export Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano), dove continuerà ad occuparsi di marketing vitivinicolo

BOLZANO - Hannes Waldmüller, bolzanino con grande esperienza nel settore marketing, a partire da metà settembre ricoprirà la carica di direttore del Consorzio Vini Alto Adige. Waldmüller subentra ad Helmuth Zanotti, che dopo quattro anni e mezzo è tornato nelle file di EOS (Organizzazione export Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano), dove continuerà ad occuparsi di marketing vitivinicolo.

Determinanti nella scelta del nuovo direttore sono state le sue competenze in fatto di marketing, che lo hanno visto operare nell’ambito automobilistico prima e dell’agroalimentare poi, in un settore fondamentale per l’Alto Adige quale è quello delle mele. Mondi molto diversi, naturalmente, anche perché parlando di vino «si parla di un prodotto di nicchia e ad altissimo valore aggiunto ha detto Hannes Waldmüller. Sono molto motivato, non vedo l’ora di entrare in azione. L’adozione di strategie unitarie sotto il cappello del Consorzio sarà una grande responsabilità, ma che di sicuro porterà grandi benefici».

Al Consorzio Vini Alto Adige, fondato nel 2007, fanno riferimento oggi circa 160 produttori tra cantine sociali, vignaioli, tenute agricole, che complessivamente producono oltre il 95% del vino Doc dell’Alto Adige.

Le competenze e i compiti del Consorzio Vini Alto Adige sono di varia natura, Hannes Waldmüller ha dichiarato che tra i primi temi da affrontare fin dal suo insediamento ci saranno il catasto vitivinicolo, la zonazione viticola (ovvero l’individuazione delle varietà da impiantare nelle varie zone di produzione) e la lotta integrata in viticoltura.