20 ottobre 2019
Aggiornato 08:00
Sicurezza alimentare | Beverage

ASSOBIBE: I consumatori possono essere sicuri della sicurezza del colorante caramello

L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare ne ha riconfermato la sicurezza dopo un riesame scientifico

ROMA - L’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha riaffermato la sicurezza del colorante caramello nel marzo 2011, a seguito di un riesame esaustivo della letteratura scientifica. Ha affermato che la presenza del 4-MEI nel colorante caramello non desta preoccupazioni per la salute.
Anche importanti agenzie di regolamentazione nel mondo hanno giudicato il colorante caramello sicuro per l’utilizzo in alimenti e bevande. Nel novembre 2011, Health Canada ha affermato che il 4-MEI, compreso quello che si trova in alcuni tipi di colorante caramello, «non rappresenta un rischio» per i consumatori e la Food and Drug Administration (FDA) americana ha approvato il caramello come additivo colorante e lo include tra gli ingredienti alimentari come «generalmente riconosciuto come sicuro» («generally recognized as safe»).
Commentando lo studio del CSPI che lega il caramello al tumore nei roditori, un portavoce dell’FDA ha affermato che «un consumatore dovrebbe bere più di 1.000 lattine al giorno per raggiungere le dosi somministrate nello studio», e questo per l’intero corso della vita.

Note - Il 4-MEI si forma in alimenti come il caramello durante i processi di riscaldamento, tostatura e cottura. Se ne trovano tracce in molti alimenti e bevande tra cui prodotti da forno, caffè, pane, melasse, salsa di soia, salse e alcune birre.
Lo Stato della California ha aggiunto il 4-MEI alla lista degli agenti cancerogeni, senza alcuno studio che dimostri che causa tumore negli umani. Uno studio del National Toxicity Program americano non descrive il 4-MEI neppure come «ragionevolmente previsto come cancerogeno per l’uomo» nel suo Report sugli agenti cancerogeni.