28 marzo 2020
Aggiornato 19:00
Il caro carburanti

Benzina, prezzi praticati fino a 1,85 euro in Centro Italia

Quanto al diesel, quasi tutte le compagnie si attestano oltre 1,72 euro/litro nella media nazionale e oltre 1,75 euro/litro al Sud. In controtendenza le no-logo, che questa mattina fanno un passo indietro aumentando il divario con le petrolifere

ROMA - Si arresta l'ondata rialzista che ha interessato nei giorni scorsi i prezzi raccomandati di benzina e diesel. Questa mattina, infatti, nessuna compagnia ha messo mano ai listini. Diverso, tuttavia, il quadro che emerge dal monitoraggio di Quotidiano Energia in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale. Sul territorio, infatti, i prezzi praticati risentono ancora oggi dei recenti aumenti. Tanto che, in alcuni impianti, la benzina ha sfondato la soglia di 1,8 euro/litro nella media nazionale e sfiora ormai 1,85 euro/litro nel Centro Italia, dove più si risente dell'effetto delle accise.
Quanto al diesel, quasi tutte le compagnie si attestano oltre 1,72 euro/litro nella media nazionale e oltre 1,75 euro/litro al Sud. In controtendenza le no-logo, che questa mattina fanno un passo indietro aumentando il divario con le petrolifere che, in alcuni casi, arriva a sfiorare addirittura i 12 centesimi. A livello Paese, il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va oggi dall'1,768 euro/litro degli impianti Eni all'1,783 di quelli Tamoil (no-logo in calo a 1,685). Per il diesel si passa dall'1,716 euro/litro di IP all'1,723 di Shell e Tamoil (no-logo giù a 1,606). Il Gpl è tra lo 0,745 euro/litro di Eni e lo 0,756 di Tamoil e TotalErg (no-logo a 0,728).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal