4 dicembre 2021
Aggiornato 20:00
Opa obbligatoria a 0,84 euro

Edison, a Edf l'80,7% del capitale

Agli italiani il 70% di Edipower per 800 milioni. L'intesa arriva dopo oltre un anno di trattativa serrata con momenti anche molto accesi e dopo l'ultimatum lanciato mercoledì scorso dai soci italiani di A2A che insieme a Iren sono raccolti in Delmi e ai quali andrà la totalità di Edipower

ROMA - Con il nuovo accordo preliminare Edf avrà l'80,7% del capitale di Edison tra partecipazioni dirette e indirette. L'intesa tra Edf e i soci italiani stima il valore delle azioni di Edison, su cui i francesi dovranno lanciare un'opa obbligatoria, a 0,84 euro, per un totale di circa 700 milioni di euro. L'intesa, inoltre, si legge, è «condizionata alla conferma da parte della Consob che il prezzo dell'offerta pubblica d'acquisto obbligatoria risultante non sia superiore a 0,84 euro per azione Edison».
L'accordo, scrive Edf, «permetterà di creare un campione nazionale dell'energia in Italia, con il rilancio delle attività, e contribuirà positivamente alla ripresa della crescita economica italiana, creando valore per tutto il Paese».

L'intesa arriva dopo oltre un anno di trattativa serrata con momenti anche molto accesi e dopo l'ultimatum lanciato mercoledì scorso dai soci italiani di A2A che insieme a Iren sono raccolti in Delmi e ai quali andrà la totalità di Edipower. Delmi acquisirà infatti il 70% di Edipower da Edf (50%) e Alpiq (20%) con un valore di circa 600 milioni per la prima quota e di 200 milioni di euro per la seconda quota.