23 ottobre 2019
Aggiornato 12:30
Associazione Aglianico del Taburno

Wine-Shopping: regali che emozionano e fanno bene al Sannio

L’invito delle cantine della area del Taburno ad acquistare vini di qualità direttamente dai produttori

BENEVENTO - Lo scambio di regali è un vero e proprio scambio di comunicazioni, non un semplice esercizio al consumo. Un regalo si dovrebbe scegliere in base a quello che si vuole comunicare sperando di ricevere gratificazione dalla scelta. Ridursi agli acquisti dell’ultimo minuto poi, moltiplica stress e superficialità col risultato di spendere molto e magari non restare soddisfatti.
Regalare vino in tempo di crisi coniuga l’esigenza di una scelta utile, oltre che sana, buona e ricca di emozioni.

Il vino non è un prodotto come un altro ma porta con se sempre una storia fatta di uomini, donne e passioni. Come le storie di vita dei produttori dell’Associazione dell’Aglianico del Taburno che vi invitano ad andare direttamente in cantina ad acquistare i vostri regali di Natale. Oltre a un prezzo senza intermediari (che fa bene a produttori e consumatori) si avrà la possibilità di ascoltare direttamente dai protagonisti il percorso di vinificazione e le caratteristiche organolettiche dei diversi vini adatti ad ogni esigenza di palato e di portafoglio.

I vini del Taburno infatti, mantengono ancora un eccezionale rapporto qualità/prezzo e la possibilità di spaziare tra bianchi, rossi e rosati giovani o invecchiati. La Falanghina per i bianchi (ma anche Fiano, Greco e Coda di Volpe) che con la sua acidità saprà accompagnare perfettamente i pesci del cenone della vigilia, ma anche il brodo e le verdure di stagione. Il rosato (quello di Aglianico sarà il primo riconosciuto Docg in Italia!) andrà splendidamente a sposarsi con primi leggeri, mentre l’Aglianico base o riserva può essere davvero il protagonista delle nostre tavole insieme alle carni ripiene o arrosto del pranzo di Natale. Spumanti, passiti e grappe dei vitigni autoctoni Falanghina o Aglianico possono veramente accompagnare con stile il gran tour gastronomico che si avvicina.

Acquisti a chilometro zero poi, fanno bene all’ambiente perché quel dono non avrà fatto il giro del pianeta prima di arrivare sotto l’albero della persona a voi cara; fanno bene alla nostra economia perché lasciano sul nostro stesso territorio il denaro utilizzato per acquistarli.
Essere accolti nelle cantine dei nostri produttori poi scalderà di significato il vostro gesto di attenzione verso il destinatario del regalo e sarete sicuri di star offrendo un prodotto sano ed emozionante al gusto. Ecco l’elenco delle cantine.

http://www.facebook.com/associazione.aglianico.taburno.docg
http://aglianicodeltaburno.blogspot.com/