22 luglio 2019
Aggiornato 20:00
Trasporti pubblici locali

Venezia, il tram in laguna dal 2014

Il Sindaco Orsoni: «I lavori sono partiti». Il convoglio fino a Piazzale Roma. Boom di turisti: oltre 50 i milioni tra gennaio e agosto

VENEZIA - Il tram non è più un desiderio: arriverà a Venezia entro la primavera del 2014. Superati i nodi che ostacolavano la prosecuzione del suo percorso verso la città lagunare, sono iniziati lo scorso 3 novembre i lavori sul Ponte della Libertà.
In una conferenza stampa, tenutasi a Ca' Farsetti, alla quale sono intervenuti il sindaco Giorgio Orsoni, gli assessori comunali alla Mobilità e Trasporti, Ugo Bergamo, ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, il presidente di Pmv, Antonio Stifanelli, la dirigente della Mobilità del Comune di Venezia, Silvia Grandese, sono stati presentati gli interventi che si andranno a realizzare da qui al 2014.
«Sono partiti i lavori per l'arrivo tanto sospirato del tram a Piazzale Roma - ha sottolineato il sindaco - grazie all'impegno corale della Giunta e in particolare alla pazienza e alla tenacia dell'assessore Bergamo che è riuscito a reperire le risorse necessarie e a districare vari ostacoli, tra cui quello dell'utilizzo del vecchio Cavalcavia di San Giuliano. Voglio rendere conto anche della stretta collaborazione con l'assessore regionale ai Trasporti, Renato Chisso, per la soluzione dei vari problemi. Per ultimo - ha concluso Orsoni - continuo a coltivare la possibilità di un nuovo tracciato che arrivi nell'ex prima zona industriale, area di nuovo sviluppo urbano».

Boom di turisti: oltre 50 i milioni tra gennaio e agosto - Tra gennaio e tutto il mese di agosto si sono registrati in Veneto 11.760.832 turisti: l'8,1 per cento in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E se gli italiani, anche a causa della crisi, sono cresciuti di un 1,7 per cento relativamente modesto, gli stranieri hanno raggiunto quota 7.551.504, con una crescita del 12,1 per cento, pari a quasi il 64 per cento del totale degli arrivi nella regione che si conferma la più ospitale e gradita d'Italia.
«Il contatore delle presenze registrate nei primi otto mesi dell'anno - sottolinea soddisfatto Marino Finozzi, assessore al turismo del Veneto - ha già superato quota 50 milioni, arrivando a 50.401.722. Anche in questo caso, sono gli ospiti provenienti dall'estero che fanno registrare il dato migliore: 30.974.593 pernottamenti, con un aumento del 7,2 per cento rispetto al medesimo periodo del 2010, coprendo quasi il 61,5 per cento delle presenze. I turisti italiani, invece, sono rimasti meno del solito, registrando un calo di pernottamenti dello 0,9 per cento».