8 aprile 2020
Aggiornato 17:30
Tensioni a Genova, i lavoratori di nuovo in piazza

Fincantieri: occupato il cantiere di Sestri Ponente

Tremonti sblocca i fondi per il ribaltamento mare Sestri. PD: Il Governo accolga le nostre proposte per il rilancio. Burlando: «Napolitano domani vede gli operai di Sestri Ponente»

GENOVA - I lavoratori dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, al termine di una breve assemblea, hanno deciso di occupare ad oltranza lo storico cantiere genovese per protestare contro l'esito dell'incontro di ieri tra sindacati, enti locali, vertici dell'azienda e governo.
Gli operai, delusi per la mancanza di garanzie sull'arrivo di nuove commesse, sono usciti dai cancelli per raggiungere in corteo il centro di Genova.
Alla manifestazione, che sta già creando disagi al traffico in città, partecipano un migliaio di lavoratori, tra dipendenti diretti e dell'indotto. In segno di solidarietà con la mobilitazione dei colleghi, sono scesi in piazza anche i lavoratori di Ansaldo Energia e di altre realtà industriali del ponente genovese.

Tremonti sblocca i fondi per il ribaltamento mare Sestri - Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ha firmato il decreto che sblocca i fondi per il ribaltamento a mare dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, che ammontano a circa 50 milioni. A confermarlo, la segreteria genovese della Cisl, che ha espresso, con una nota, «grande soddisfazione per la notizia».
Secondo il segretario generale della Cisl, Antonio Granero ed il segretario generale della Fim, Claudio Nicolini, il ribaltamento a mare è «un'operazione fondamentale per garantire continuità e prospettive di sviluppo sia industriale che occupazionale allo stabilimento di Sestri Ponente.
Ora Fim e Cisl - si legge nella nota - s'impegneranno nei tavoli di trattativa già concordati con Ministero e azienda per quanto concerne i carichi di lavoro, in modo da trovare le commesse necessarie per limitare il più possibile il ricorso agli ammortizzatori sociali per tutto il periodo necessario all'investimento». Di segno opposto la reazione di Bruno Manganaro della segreteria genovese della Fiom Cgil, che, intervistato da TM News, ha dichiarato: «Questo non cambia niente, è un atto dovuto da mesi».

PD: Il Governo accolga le nostre proposte per il rilancio - Per il rilancio di Fincantieri il governo deve accogliere le proposte del Pd. Lo afferma il capogruppo del Pd in commissione Trasporti alla Camera, Michele Meta, commentando le proteste dei lavoratori Fincantieri degli stabilimenti di Genova.
«Il Governo - dice Meta - ha il dovere di prendere alcune decisioni per rispondere alle legittime preoccupazioni dei lavoratori Fincantieri che anche oggi proseguono nella loro protesta contro la mancanza di prospettive. Per rilanciare il settore della cantieristica navale, a partire dallo stabilimento di Genova, abbiamo fatto alcune proposte semplici e di largo respiro».
Secondo Meta, «occorre rifinanziare la legge per la rottamazione delle navi passeggeri e dei traghetti che nel nostro Paese hanno anche 80 anni di servizio alle spalle; progettare e costruire le navi mangia petrolio per le quali giace in Parlamento una nostra proposta di legge; promuovere un tavolo tecnico-politico per la ricerca e l'innovazione, e per la progettazione di navi di nuova generazione a basso consumo energetico ed ecocompatibili.
Si tratta di misure che garantirebbero a tutti gli stabilimenti di Fincantieri almeno quattro anni di lavoro».

Burlando: «Napolitano domani vede gli operai di Sestri Ponente» - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, domani, a margine della sua visita a Genova, incontrerà i lavoratori dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, che stanno occupando da più di due ore i binari della stazione ferroviaria di Principe per denunciare la mancanza di commesse. Lo ha annunciato ai sindacati il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando. Secondo quanto trapelato, l'incontro dovrebbe svolgersi in Prefettura.
Alla manifestazione di oggi, indetta da tutti e tre i sindacati confederali, hanno preso parte anche il sindaco di Genova Marta Vincenzi, il presidente del consiglio comunale Giorgio Guerello e vari esponenti politici locali di centrosinistra e centrodestra in segno di solidarietà con la mobilitazione degli operai dello storico cantiere genovese.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal