26 ottobre 2021
Aggiornato 21:00
Ipotesi condono

I Verdi avvertono: «La macchina del cemento illegale già avviata»

Bonelli: «E' bastato l'annuncio, sarebbe uno schiaffo all'Italia onesta»

ROMA - «Il condono fiscale ed edilizio che il centrodestra continua irresponsabilmente a promuovere è uno schiaffo all'Italia onesta». Lo ha affermato il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, convinto che «si tratterebbe una inaccettabile umiliazione per i cittadini che hanno sempre pagato le tasse e che hanno seguito le regole per costruire le proprie case».

«Solo la discussione su possibili sanatorie edilizie - ha avvertito il leader dei Verdi italiani - hanno già messo in moto l'industria illegale del cemento abusivo. Ci sono arrivate segnalazioni dalla Sicilia, dalla Calabria, dal Sud del Lazio, da Roma e dalla provincia di Napoli su cantieri anomali. Per questa ragione chiediamo ai sindaci di avviare subito un attento monitoraggio dei territori onde evitare che le proposte di un governo ormai allo sbando si trasformino in nuove ed ulteriori ferite per il territorio italiano che già è in ginocchio a causa del dissesto idrogeologico e del cemento selvaggio».

«E' ormai evidente che il governo Berlusconi, dopo aver messo in pericolo i risparmi degli italiani, vuole scaricare i costi della crisi sui cittadini onesti che seguono le regole, avviando i saldi dell'illegalità per i furbi e i disonesti - ha concluso Bonelli -. Il condono sarebbe semplicemente un atto criminale da parte di un governo che punta a legalizzare l'illegalità e che sta rubando il futuro all'Italia e agli italiani: l'ennesima cambiale del governo Berlusconi sul futuro del Paese».