13 novembre 2019
Aggiornato 13:00
Prato, Firenze, Arezzo, Montecatini e poi di nuovo Firenze

AIS Toscana, un autunno ricco di eventi per apprezzare il nettare di bacco

Il calendario delle attività dell'Associazione nell'ultima parte dell'anno si presenta fitto di interessanti appuntamenti

FIRENZE - Prato, Firenze, Arezzo, Montecatini e poi di nuovo Firenze: questo l'itinerario che AIS Toscana propone agli enoappassionati per trascorrere un autunno all'insegna del Nettare di Bacco. Dopo l’appuntamento di Prato dello scorso fine settimana dove i sommelier di AIS Toscana hanno riempito i calici e raccontato l'anima dei vini del territorio nel Giardino del Palazzo Buonamici in occasione di DiVini Profumi, manifestazione giunta quest'anno alla dodicesima edizione e che ogni anno attira intorno al tavolo delle degustazioni migliaia di estimatori, il viaggio alla scoperta del Nettare di Bacco prosegue e si estende fino al mese di dicembre.

Da Prato a Firenze il tragitto è breve per raggiungere il 24 e 25 settembre le degustazioni della seconda edizione di Wine Town, l'annuale kermesse enologica internazionale organizzata dal Comitato Wine Town Firenze insieme ad AIS Toscana e all'Associazione delle Dimore Storiche Italiane nel pieno centro storico del capoluogo toscano, per conoscere e apprezzare il vino di grande qualità, tra palazzi storici e suggestive piazze.

Dall'8 al 10 ottobre, pochi chilometri più a sud, ad Arezzo, va in scena Wine Tuscany, la vetrina dell'enologia toscana nella quale i più importanti produttori toscani incontrano il pubblico degli appassionati e gli addetti ai lavori in tre giorni di eventi tra degustazioni tecniche e convegni. Insieme ai sommelier di AIS Toscana, si potranno apprezzare i bouquet e gli aromi dei migliori vini del Granducato, in una esperienza sensoriale completa.

Il 30 ottobre tocca a Enogenio a Montecatini, la degustazione cult dell’AIS Toscana, inserita nell’evento TIF (Territori in Festival) e che come ogni anno proporrà vere e proprie eccellenze unitamente ad alcune rarità enologiche.

Il giro delle degustazioni si concluderà poi a dicembre, con il tradizionale appuntamento di Eccellenza di Toscana, dedicata ai 4 e 5 grappoli toscani inseriti nella Guida Bibenda 2012.