3 aprile 2020
Aggiornato 23:00
Camera di Commercio di Monza e Brianza

L’Africa è l’ultimo orizzonte dell’export del Made in Brianza

Per la Brianza le esportazioni con i Paesi africani crescono in un anno del 46,5%. Segnali positivi dal manifatturiero

MONZA - Il mercato di riferimento per le imprese di Monza e Brianza resta l’Europa che vale il 70,4% del commercio internazionale delle imprese brianzole (74,1% per import, 68,4% per export), anche se l’andamento dell’interscambio con i Paesi extraeuropei è in crescita: solo l’export con l’Asia, che rappresenta il 15,8% del totale delle esportazioni, aumenta del 19% in un anno. L’Africa è l’ultimo orizzonte dell’export brianzolo: +46,5% in un anno. Complessivamente tornano a crescere le esportazioni del settore manifatturiero delle imprese della Brianza che insieme a quelle di Milano nei primi 3 mesi del 2011 esportano nel mondo i loro prodotti per oltre 10,5 miliardi di Euro, vale a dire il 12,3 % del totale nazionale, facendo registrare +15,8% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno (+17,9% il dato lombardo, +18,2% quello nazionale). In Brianza anche la quota di fatturato estero migliora, passando dal 29% del I trimestre 2010 al 32,3% del I trimestre 2011, pur se gli ordini esteri restano altalenanti (con una variazione tendenziale che dal +1,9% del I trimestre 2010 arriva al +5,5% del I trimestre 2011, passando tuttavia da un +6,9% dell’ultimo trimestre del 2010.) E la Camera di commercio di Monza e Brianza con Promos ogni anno porta all’estero 500 imprese brianzole, servendone complessivamente 1.500.

Di export e di internazionalizzazione si è parlato in occasione del consiglio camerale che si è tenuto oggi presso la sede della Camera di commercio di Monza e Brianza con Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza e Bruno Ermolli Presidente Promos.
«Oggi più che mai è necessario valorizzare le reti e le sinergie per andare sui mercati internazionali e per partecipare alle grandi fiere. – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza - Per supportare le imprese abbiamo sostenuto un percorso di iniziative che prevede anche politiche di marketing territoriale di funzione, ovvero strategie e progetti che superino i confini amministrativi. In collaborazione con Promos ogni anno portiamo all’estero 500 imprese brianzole servendone complessivamente 1500, per sostenere il tasso di apertura commerciale internazionale che è un primato e una peculiarità della Brianza.»

I principali mercati di riferimento per Milano e la Brianza, complessivi di tutto l’interscambio commerciale, sono soprattutto l’Europa (67,7%, quasi 20 miliardi di Euro), seguita dall’Asia (18,8%, 5,5 miliardi di Euro) e dall’America (9,4%, 2,7 miliardi di Euro).

I principali prodotti dell’export manifatturiero per Milano e la Brianza sono quello dei macchinari e degli apparecchi (rappresentano il 19,3% del totale dei prodotti esportati e le esportazioni crescono in un anno del +8,4%), seguiti dai prodotti chimici (11,9%, crescita in un anno +17,4%) e da quelli tessili (11,1%, crescita in un anno 19,2%).

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal