7 luglio 2020
Aggiornato 11:00
Ora consumatori e agricoltori più tutelati

Etichetta: ok del Parlamento UE

La Cia commenta il via libera definitivo alla nuova etichetta per i prodotti alimentari, che estende tra l’altro l’obbligo dell’origine a tutte le carni

ROMA - L’Europa compie oggi un fondamentale passo avanti nella tutela dei diritti dei consumatori. Finalmente tutti i cittadini Ue potranno fare scelte consapevoli in campo alimentare, grazie a un’etichetta più trasparente, chiara e leggibile. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, esprimendo soddisfazione per il via libera definitivo del Parlamento europeo alla nuova etichetta per i prodotti alimentari, che tra l’altro estende l’obbligo dell’origine anche alle carni suine, avicole e ovi-caprine.
Si tratta di un pronunciamento che riconosce l’importanza della legge sull’etichettatura approvata all’unanimità dal Parlamento italiano all’inizio del 2011 -osserva la Cia- che di fatto ha precorso e accelerato l’iter della norma comunitaria.

Con la completa tracciabilità del prodotto che arriva in tavola -ricorda la Cia- i 500 milioni di consumatori europei avranno tutte le informazioni necessarie per scegliere cosa comprare, senza rischiare di cadere in inganni e con garanzie per i prodotti «made in Italy». Una misura che tutela anche i nostri produttori agricoli, che lavorano sulla qualità, l’eccellenza e la genuinità degli alimenti.
Insomma -conclude la Cia- la via da seguire in materia di trasparenza alimentare è tracciata. Soprattutto sui prodotti freschi siamo sulla buona strada, mentre su quelli trasformati andrà fatto qualcosa di più, migliorando la normativa indicando la provenienza della materia prima.