21 novembre 2019
Aggiornato 05:00
Università degli studi di Parma

Scienze Gastronomiche sbarca a Pasta Trend 2011 con i Maestri del Gusto

Gli studenti dell’Università di Parma presentano la nuova figura educativa dal 2 al 5 aprile a Fiera di Bologna

PARMA - Scienze Gastronomiche di Parma torna a popolare i padiglioni di Bologna Fiere con una nuova figura educativa in occasione di questo evento d’importanza nazionale dedicato alla pasta e all’agroalimentare.
Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Gastronomiche arricchiscono Pasta Trend portando in scena il Maestro del Gusto (MdG), figura professionale formata dalla Facoltà di Agraria dell’Università di Parma. L’intento è quello di trasmettere i concetti chiave per una corretta educazione alimentare ai piccoli visitatori, proponendo attività ludiche coinvolgenti ma al tempo stesso istruttive.

I MdG di Scienze Gastronomiche apriranno i giochi sabato 2 aprile con «C’è più gusto se…a tavola c’è varietà», attività volta a stimolare il corretto consumo di frutta e verdura nei bambini.
Nella mattinata di domenica 3 aprile gli studenti sveleranno i segreti per una buona idratazione con l’evento «Scopri quanto è importante idratarsi con l’acqua e con il cibo».
A seguire, nel pomeriggio, i MdG chiuderanno l’iniziativa con «L’importanza della fibra e la differenza tra carboidrati semplici e complessi», dove i bambini potranno osservare i diversi effetti dei due componenti.
La collaborazione dell’Università di Parma con Pasta Trend tramite il Maestri del Gusto non potrà che valorizzare la seconda edizione del Salone della Pasta.

Da non perdere l’appuntamento previsto per martedì 5 aprile.
Gli allievi magistrali hanno organizzato un importante convegno rivolto al mondo dei professionisti con il tema: «Pasta alimentare: un alimento funzionale?», tenuto da prestigiosi docenti dell’Università di Parma in collaborazione con esperti esterni alla Facoltà.

Il Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche dell’Università di Parma nasce con l’obiettivo di rendere omaggio alla gastronomia, formando professionisti capaci di comprendere, interpretare e vivere al meglio la creazione, la trasformazione e le emozioni legate agli infiniti aspetti della buona tavola..